Articoli

BATTERE RAVENNA PER CHIUDERE GENNAIO ALLA GRANDE

Da un derby, quello a Cento di domenica scorsa, ad un altro. Alla Giuseppe Bondi Arena, domani pomeriggio (ore 18), la Tassi Group sfiderà l’OraSì Ravenna dell’ex Danilo Petrovic per una gara importante per entrambe le squadre, che devono cancellare gli ultimi ko esterni. Inutile negarlo: la posta in palio è alta, sia per il Kleb, che sarà al completo, sia per Ravenna.

Dopo aver tenuto testa oltre 30’ sul campo della Tramec, la Tassi Group ritornerà sulle tavole amiche della Giuseppe Bondi Arena con l’obiettivo di riprendere a vincere, due punti risulterebbero fondamentali nell’economia del momento del torneo dei biancazzurri, che allungherebbero in classifica sui ravennati e conquisterebbero uno scontro diretto fondamentale in chiave salvezza diretta.

Come detto, Ferrara sarà al completo, Amici avrà una settimana di allenamenti in più nelle gambe e la società, dopo l’espulsione di domenica scorsa a Cento, ha vinto il ricorso sulla squalifica di Smith. Dall’altra parte del campo ci sarà una squadra, quella guidata da coach Lotesoriere, che è reduce da due successi nelle ultime quattro gare, quindi in un momento positivo. Capitan Campani e compagni dovranno stare attenti all’esperienza di Musso, giocatore che coach Leka conosce benissimo, come del resto al duo a stelle e strisce composto da Anthony e Lewis, non dimenticando l’ex Petrovic. Il Kleb dovrà giocare una gara dura, in attacco e in difesa, controllare il duello sotto i tabelloni e limitare le palle perse.

Alla Giuseppe Bondi Arena, domani pomeriggio, palla a due alle ore 18. Diretta LNP Pass.

 

Le parole della vigilia:

 

Nando Maione – “Bisogna che in questo momento della stagione non guardiamo la classifica, dovremo essere concreti nelle sfide che andremo ad affrontare. Ci aspetta contro Ravenna una gara in cui dovremo essere cinici, duri in ogni contatto, allo stesso tempo dovremo essere bravi a non farci prendere da inutili tensioni, ma portare la gara dove vogliamo noi, partendo dalle cose che sappiamo fare e da quelle che ci hanno portato a fare fino ad ora un percorso positivo. Contro l’OraSì bisognerà che lottiamo su ogni pallone e andare a rimbalzo. Ravenna? Viene da un momento positivo, ha vinto a Nardò, campo difficilissimo, contro Forlì ha venduto cara la pelle, così dico che è in un buonissimo periodo. Attenzione a Musso, con Oxilia ha aggiunto una rotazione in più, noi dovremo essere bravi a non lasciare a Ravenna alcuna iniziativa”.

Maurizio Tassone – “Il match contro Ravenna sarà un crocevia importante per la nostra stagione, ci potrà permettere di distanziarci da loro e dalle inseguitrici in maniera importante, viceversa complicherebbe un po’ il nostro cammino. Ravenna ha centrato alcuni punti importanti fuori casa, questo deve riportarci alla concentrazione massima sul modo in cui affronteremo il match. Dal canto nostro, nonostante gli ultimi due ko, siamo contenti di quanto stiamo facendo fino ad ora, adesso entriamo nel momento caldo della stagione, dove l’approccio ad ogni gara, la concentrazione e il limitare gli errori il più possibile sarà la chiave per tutte le gare che ci aspettano. Attenzione a Musso, giocatore che non ha bisogno di presentazioni per questa categoria, come del resto dovremo contenere l’asse straniero Anthony-Lewis”.

ANDREW SMITH SQUALIFICATO. LA SOCIETA’ HA PRESENTATO RICORSO

La Fip, oggi pomeriggio, ha comunicato i provvedimenti disciplinari in merito alle gare dell’ultimo turno. Dopo l’espulsione di Andrew Smith, ecco il provvedimento a riguardo: “Squalifica per una gara per comportamento plateale nei confronti del pubblico ospitante, al momento dell’abbandono del terreno di gioco a seguito dell’espulsione per doppio fallo tecnico [art. 35,1c RG,art. 24,2b RG]”.

Essendo già stato squalificato dopo la gara contro la Fortitudo Bologna, il giocatore non potrà scendere sul parquet in occasione della partita di domenica contro l’OraSì Ravenna.

La società del patron Marco Miozzi oggi pomeriggio ha presentato ufficialmente ricorso contro il provvedimento di squalifica. È attesa la decisione in merito.

LA TASSI GROUP RESTA IN GARA 33’, POI CENTO ALLUNGA

CENTO. In gara per 33’, poi la Tramec ha allungato definitivamente sotto le triple di Marks e Archie. Ha vinto Cento, ma la Tassi Group ancora una volta mai ha mollato, restando in gara per 33’, meritando di chiudere fra gli applausi della propria gente. Alla fine sarà 83-65.

La Tassi Group inizia con il giusto piglio, al tiro da fuori soprattutto, con Bertetti, Cleaves, Bellan e Campani: al 4’ è 7-12, che diventa 9-15 al 5’ dopo il sesto punto di Campani. Amici gioca, anche Archie, che al 7’ manda avanti i suoi per la prima volta: 17-15. In avvio della seconda frazione Berti e Mussini portano al massimo vantaggio la Tramec, sul 29-19, al 12’. La Tassi Group sbaglia niente da fuori, al 16’, dopo le triple di Smith e Campani, tira con 8/13 da tre punti e Cleaves completa il controbreak di 4-13 in 4’, che significa 33-32. Il bel finale del tempo dei padroni di casa consente alla Tramec di chiudere il primo tempo sul 42-35.

Il Kleb c’è, anche quando in avvio della ripresa prima Tomassini (bomba del 50-39 al 24’), poi Mussini firmano per due volte il +11 Cento (52-41 al 25’). Cleaves si prende la squadra sulle spalle e la riporta sul -6, 56-50, al 29’. Abbiamo una gara, anche all’inizio degli ultimi, decisivi, 10’. Tassone è bravo, bene Cleaves e Jerkovic: al 33’ è -3 Kleb, 60-57. Applausi. A questo punto della gara sale in cattedra Marks che, con sei punti consecutivi, ricaccia a -9 la Tassi Group, poi le triple di Moreno, Tomassini e Archie chiudono definitivamente i conti. Ancora una volta brava la squadra a non mollare mai. Adesso, sotto con il derby casalingo contro Ravenna: altro match da non perdere.

 

Tramec Cento-Tassi Group Ferrara 83-65 (21-19, 42-35, 58-52)

Tramec: Marks 14, Mussini 14, Ulaneo 6, Tomassini 17, Baldinotti, Kuuba 2, Toscano 5, Berti 5, Archie 14, Moreno 6. All.Mecacci.

Tassi Group: Bellan 3, Cleaves 18, Tassone 5, Smith 7, Campani 24, Bertetti 5, Valente ne, Jerkovic 1, Pianegonda, Cazzanti, Cavicchi ne, Amici 2. All.Leka.

Arbitri: Salustri, Martellosio ed Ugolini.

Note: fallo antisportivo comminato ad Amici all’11’, a Smith al 37’ ed al 39’ ed a Tomassini al 39’. Tecnico a Bellan al 34’. Uscito per 5 falli: Smith al 39’.

A CENTO A CACCIA DELL’IMPRESA

Pomeriggio di fuoco, in campo e sugli spalti, domani, alla Milwaukee Dinelli Arena di Cento, dove andrà in scena, con palla a due alle ore 16 (diretta E’ Tv ed LNP Pass), il super derby fra la capolista Tramec, reduce dal successo contro Udine, e la Tassi Group, vittoriosa all’andata e, a meno di ribaltoni dell’ultimo, al completo, con il dubbio sulla presenza di Amici in campo che si scioglierà a ridosso del match nella città del Guercino.

All’andata vinse il Kleb e la Giuseppe Bondi Arena scoppiò di gioia, a Cento, domani, sarà tutta un’altra musica, i biancorossi del coach Matteo Mecacci avranno i favori del pronostico e tutta la pressione addosso da ciò determinata. Dal canto proprio, Campani e compagni partiranno per la vicina Cento con la mente sgombra, consapevoli che sarà dura, ma non impossibile. Gare di questo tipo spesso sfuggono ai pronostici, l’andata lo sta a testimoniare. Se i biancazzurri riusciranno ad impattare la fisicità strabordante di Archie, Berti e Zilli, beh, niente sarà precluso. Out Zampini, già operato al ginocchio, l’ultimo arrivato Mussini è molto pericoloso con fiammate delle sue. Attenzione all’ex Moreno, ma soprattutto ai go to guy Marks e Tomassini, giocatori in grado di fare malissimo nei momenti bollenti delle gare.

Alla Milwaukee Dinelli Arena la Tassi Group sarà seguita da un nutritissimo seguito di supporters. Il clima sarà da festa dello sport, il sold out vicino ad essere raggiunto.

A Cento, domani pomeriggio, palla a due alle ore 16. Arbitreranno Salustri, Martellosio ed Ugolini.

 

Le parole della vigilia:

 

Marco Carretto – “Gara più che difficile per noi, quando si va a giocare in casa della prima in classifica è sempre una gara a pronostico abbastanza a senso unico, c’è da dire che queste sono gare che sfuggono dai pronostici, il derby d’andata l’ha dimostrato, l’abbiamo affrontato più o meno nelle medesime condizioni, dopo un ko a Rimini, mentre Cento aveva appena battuto Udine, adesso, allo stesso modo, affronteremo la squadra più solida a livello di gioco, sia difensivo, loro marchio di fabbrica, che offensivo, con la qualità di molti giocatori diffusa, con le punte di personalità di Tomassini e Marks. Ci aspetta una gara molto tosta, noi faremo come sempre l’impossibile per renderla difficile, giocandola al 100% fino all’ultimo. Anche contro squadre così qualitative, se non impatta o vince la componente fisica e agonistica della gara, gestendo un po’ il ritmo, è una gara che diventerà sicuramente complicata”.

Gianmarco Bertetti – “Ci aspetta una gara difficilissima per noi, la Tramec sarà carica a mille dopo il successo casalingo contro Udine, allo stesso tempo saranno carichi perché a Ferrara, nella gara di andata, hanno perso, così faranno di tutto per vincere e portare a casa i due punti. Dal canto nostro andremo a Cento sereni, con la mente libera e tranquilla, sapendo che dovremo giocare la nostra gara e che dovremo gestire meglio la lotta a rimbalzo e le palle perse. Bisognerà che giochiamo tranquilli, avendo niente da perdere, ben consapevoli che dopo avremo un tour de force contro le compagini della nostra fascia, contro cui dovremo vincere assolutamente”.

LA TASSI GROUP ESCE A TESTA ALTISSIMA, RIMINI VINCE

FERRARA. Avanti di dodici lunghezze al 26’ (55-43), la Tassi Group paga dazio nell’ultimo parziale contro Rimini, arrivando comunque ad un possesso dai romagnoli a circa un minuto e mezzo dalla fine, dimostrandosi arcigna e mai doma come sempre. Contro i romagnoli è stata gara vera, con contatti oltre il limite, ma nonostante questo i biancazzurri cominciano con il giusto piglio dal punto di vista offensivo, mentre in difesa limitano lo spauracchio Johnson, che nei secondi 20’ sale in cattedra. Alla Tassi Group non bastano quattro giocatori in doppia cifra (americani compresi), un Campani solido, un Jerkovic in serata di grazia. Peccato per alcune palle perse di troppo nel finale, come alcuni liberi di troppo sbagliati nei momenti caldi della sfida, anche tre di Cleaves. Poco da recriminare alla squadra, che dovrà abituarsi ad un metro arbitrale che lascia correre anche contatti duri, con la consapevolezza che contro la corazzata Pistoia e la fisica Rimini è mancato davvero poco per portare a casa i due punti. Adesso, l’obiettivo diventa resettare, recuperare le energie e, magari, Amici, in vista del derby di domenica prossima a Cento.

 

Tassi Group Ferrara-Rivierabanca Rimini 75-85 (23-21, 41-36, 59-62)

Tassi Group: Bellan 4, Buriani ne, Cleaves 20, Tassone 4, Smith 11, Campani 12, Bertetti 3, Valente ne, Jerkovic 18, Pianegonda 3, Cazzanti ne, Cavicchi ne. All.Leka.

Rivierabanca: Tassinari 5, Anumba 13, Meluzzi 10, Scarponi 2, Masciadri 6, D’Almeida 2, Bedetti, Johnson 27, Morandotti ne, Ogbeide 17, Landi 3. All.Ferrari.

Arbitri: Vita, Lucotti e Pellicani.

COMINCIA LA SERIE DEI DERBY: DOMANI ARRIVA RIMINI

Cancellare il match del girone di andata e continuare il momento più che positivo che la squadra sta attraversando. Ecco con quale obiettivo la Tassi Group, domani pomeriggio (palla a due alle ore 17, diretta MS Channel ed LNP Pass), affronterà nel primo dei quattro derby consecutivi la Rivierabanca Rimini, compagine fra le più in forma del momento, reduce da sei successi nelle ultime nove gare.

Il Kleb sfiderà i romagnoli con il dubbio legato alla presenza sul parquet di Alessandro Amici, che continua a lavorare a parte per recuperare dai guai alla caviglia sinistra patiti contro Mantova poco meno di un mese fa. In settimana, dopo il bel successo a Chieti, la squadra ha lavorato bene, conscia della difficoltà e dell’importanza della gara di domani alla Giuseppe Bondi Arena. Ci vorrà una Tassi Group tosta, che dovrà imporre il proprio ritmo, contro una squadra, quella biancorossa, che punta fortissimo sul duo Johnson-Ogbeide, non dimenticando l’esperienza del lungo Landi. Il duello fra i bomber Cleaves e Johnson sarà tutto da gustare, mentre sotto le plance i lunghi biancazzurri dovranno farsi valere contro la fisicità di Ogbeide e non solo. Domani è atteso il pubblico delle grandi occasioni, il “palace” sarà caloroso e colorato, per quello che sarà un derby tutto da gustare e pieno di motivi per non essere perso. La Tassi Group vuole vincere pure per cancellare il derby di andata, nel quale era assente capitan Campani, continuando così il momento più che positivo che sta attraversando in campionato.

Domani, alla Giuseppe Bondi Arena, palla a due alle ore 17.

 

Le parole della vigilia:

 

Spiro Leka – “Sappiamo che ci aspetterà una gara difficile, consapevoli che Rimini è una delle squadre che fino ad ora ha raccolto meno di quanto si potesse aspettare: compagine attrezzata. Dal canto nostro, dovremo interpretare bene il match, in modo corretto, in difesa prima che in attacco. Bisogna che gestiamo il ritmo, non lasciando spazio ai punti di forza, Johnson, Ogbeide e Landi, ma non solo. Rimini è squadra davvero molto intensa, dovremo essere bravi ad imporre il nostro ritmo. Adesso ogni gara inizia ad essere come se fosse una finale, specialmente in casa invitiamo tutti i nostri tifosi a venire a tifarci, creando quel clima di lotta e tensione che potrebbe aiutare i nostri ragazzi che fino ad ora stanno facendo cose oltre le aspettative”.

Luca Campani – “Affronteremo una squadra che ha una classifica bugiarda, più forte dei punti che ha. Rispetto all’andata si è rafforzata, a Rimini, dove io mancavo, era stata una brutta gara da parte nostra, sarà difficile, però noi dobbiamo vincere, in casa abbiamo battuto squadre pure più forti, bisogna che ci proviamo anche domenica, consci che sarà davvero molto dura. Avremo bisogno sicuramente dell’apporto del nostro pubblico. Rimini ha due stranieri, Johnson e Ogbeide, fra i migliori della categoria, ha aggiunto il veterano Landi ed ha un gruppo di giocatori italiani che si conosce e sa che cosa deve fare. Rimini è una squadra molto tosta, noi giochiamo in casa, così dovremo riuscire a metterli in difficoltà”.

A CHIETI E’ SUCCESSO DELLA SQUADRA!

CHIETI. Due punti d’oro, a Chieti, per la Tassi Group che, di squadra, batte la Caffè Mokambo, centrando due fondamentali punti nell’economia del momento del torneo dei biancazzurri, che al Pala Tricalle vincono 71-76.

Campani comincia forte dopo la bella partenza teatina, la gara è spigolosa e nella seconda frazione, grazie a Campani, Bellan, Smith e Cleaves, il Kleb vola sul 21-32 al 16’, poi chiude avanti di 9 lunghezze il primo tempo, fatto di buonissime percentuali e dominio sotto i cristalli.

Il secondo tempo è ancora più rognoso, Jackson fa male alla difesa della Tassi Group, ben coadiuvato dall’ex Mastellari: al 28’ è 48-49. I biancazzurri chiudono bene il terzo parziale e cominciano bene l’ultimo, anche grazie a Jerkovic e Bellan, ben imbeccati dall’ottimo Cleaves, Ferrara vola sul 54-69 al 34’. Jackson e Spizzichini sono fra gli ultimi a mollare (63-69), il Kleb avrebbe potuto vincere con meno patemi, ma quello che conta sono i due punti, arrivati di squadra, con la solidità di tutti i giocatori scesi sul parquet. Bene Cleaves e Campani, ma pure Smith e Jerkovic, nessuno escluso. Ora, testa al derby contro Rimini. Tutti alla Giuseppe Bondi Arena!

 

Caffè Mokambo Chieti-Tassi Group Ferrara 71-76 (15-18, 30-39, 49-56)

Caffè Mokambo: Vrankic 7, Mastellari 5, Reale 2, Gjorgjeviki ne, Bartoli 15, Pichierri ne, Thioune 7, Jackson 26, Spizzichini 2, Serpilli 7, Febbo ne, Ancellotti. All.Rajola.

Tassi Group: Bellan 7, Cleaves 22, Tassone, Smith 13, Campani 18, Bertetti, Valente ne, Jerkovic 8, Pianegonda 8, Cazzanti ne. All.Leka.

Arbitri: Pazzaglia, Cassina e Tarascio.

Note: fallo antisportivo comminato a Mastellari ed a Tassone al 5’. Tecnico alla panca della Caffè Mokambo al 30’ ed a Spizzichini al 40’. Usciti per 5 falli: Cleaves al 38’ e Pianegonda al 40’.

 

A CHIETI PER UNA GARA MOLTO IMPORTANTE

Al Pala Tricalle di Chieti, domani pomeriggio (ore 18, diretta streaming su LNP Pass), farà caldissimo. I teatini del coach Stefano Rajola, ex di turno al pari del duo Mastellari-Spizzichini, sono ultimi in classifica ed hanno assoluta necessità di vincere, dal canto proprio la Tassi Group del coach Spiro Leka, dopo il ko a Udine e contro Pistoia, vorrà riprendere a gioire, centrando due punti che, inutile negarlo, risulterebbero fondamentali nell’economia del momento del torneo dei biancazzurri.

Attenzione ai tiratori di Chieti, all’ex Mastellari, come del resto a Jackson, ma pure ai lunghi Ancellotti e Bartoli, non dimenticando gli ultimi arrivati Spizzichini (altro ex) e Thioune, assenti entrambi nel brutto ko dei biancorossi sul campo di Ravenna. Se Chieti sarà con le spalle al muro, la Tassi Group, che solamente all’ultimo saprà se potrà contare su Amici (caviglia sinistra malconcia), è consapevole dell’importanza della sfida del Pala Tricalle, primo perché sarà una sorta di scontro diretto, secondo perché quelli in palio domani saranno due punti che valgono doppio. Ci vorrà la miglior Tassi Group, quella ammirata nelle ultime uscite, compresa quella vista per buonissima parte del match di mercoledì sera contro Pistoia. Gennaio sarà un mese importante per il torneo di Campani e compagni, che in terra abruzzese dovranno approcciare con il giusto piglio il match, evitando che i teatini, targati Caffè Mokambo, prendano fiducia.

A Chieti, domani pomeriggio, palla a due alle ore 18. Diretta streaming su LNP Pass.

 

Le parole della vigilia:

 

Nando Maione – “A Chieti dovremo basare la nostra gara sull’intensità, loro, è vero, sono ultimi in classifica, allo stesso tempo hanno cambiato molto, hanno appena inserito Thioune, aggiungendo fisicità maggiore rispetto a prima. Chieti ha giocatori in grado di cambiare da un momento all’altro le sorti della gara, giocatori con tanti punti nelle mani, non a caso è stata fra le prime squadre nel tiro da fuori ad avvio della stagione. Sarà una gara molto intensa, dal canto nostro dovremo essere bravi a gestire i momenti caldi della gara, non facendoci condizionare dal loro essere duri. I nostri ragazzi danno sempre il massimo, anche contro Pistoia si è visto, nessuno fa un passo indietro. A Chieti dovremo essere bravi a mettere in campo l’intensità per poter avere la meglio”.

Gianmarco Bertetti – “Domenica ci aspetta una gara sicuramente molto difficile, in un campo davvero ostico, Chieti arriva da una brutta gara a Ravenna, dal canto nostro dovremo essere pronti, giocando con la medesima intensità e pazienza con cui abbiamo giocato nell’ultimo periodo, sapendo che non sarà facile. Per entrambe le compagini saranno due punti fondamentali, bisognerà capire se giocheranno i nuovi innesti, anche questo aspetto potrebbe pure dare a Chieti una mano. Dovremo essere pronti all’impatto iniziale della gara, loro vorranno fare di tutto per vincere, noi dovremo essere sul pezzo, giocando in maniera serena, consci che non sarà facile”.

LA TASSI GROUP CI PROVA FINO ALLA FINE, MA NON BASTA

FERRARA. Ci ha provato fino alla fine, la Tassi Group, ancora priva di Amici che, contro la Giorgio Tesi Group Pistoia, priva di Del Chiaro, sarebbe stato utile alla causa biancazzurra. Chiuso bene il terzo parziale, capitan Campani e compagni pure negli ultimi 10’ sono rimasti attaccati ai forti pistoiesi fino alla fine, peccato per alcuni errori di troppo nel finale che hanno costretto al ko un Kleb comunque determinato. Alla fine sarà 74-79.

Avvio della gara tutto di marca Tassi Group, brava con Bertetti e soprattutto Cleaves (13 punti dopo 10’, 19 all’intervallo lungo) a portarsi, al 6’, fino al +12, sul 20-8. Applausi. Grazie a Saccaggi la GTG arriva sul -6 alla prima pausa, 25-19, e la seconda frazione è decisamente più equilibrata. Jerkovic è bravo, Cleaves continua a trovare con facilità la via del canestro. Al 15’ è 33-30, al 17’, grazie a Varnado, la GTG per la prima volta si porta avanti nel punteggio, 37-38, ma il Kleb, che tira decisamente meglio degli avversari (62% contro il 48%), è sempre lì, attaccato ai toscani, pure quando a metà della terza frazione, con Varnado mattatore, gli ospiti ritornano sul +6, 49-55. Jerkovic prima (52-55), Bellan poi, sono protagonisti della nuova parità a quota 57, poi Smith e Bertetti (che bravo!) completano il controbreak di 14-2 in 4’, che significa 63-57 Tassi Group al 29’. Applausi convintissimi. Gli ultimi 10’ vedono Pistoia solida, con Copeland, Della Rosa e Varnado su tutti: al 35’ è 67-72, al 38’ 69-75. La Tassi Group ci prova con un Bellan stoico, bravo a rimbalzo (14 alla fine) e non solo, ma prima Saccaggi e poi Della Rosa sono freddissimi e chiudono i conti. Resta un Kleb che mai ha mollato. Peccato davvero. Adesso, trasferta a Chieti.

 

Tassi Group Ferrara-Giorgio Tesi Group Pistoia 74-79 (25-19, 49-49, 63-60)

Tassi Group: Bellan 8, Buriani ne, Cleaves 21, Tassone 2, Smith 6, Campani 10, Bertetti 11, Valente ne, Jerkovic 16, Pianegonda, Cazzanti ne, Cavicchi ne. All.Leka.

GTG: Pierattini ne, Della Rosa 8, Copeland 14, Farinon ne, Saccaggi 16, Magro 9, Allinei ne, Pollone 3, Varnado 20, Wheatle 9. All.Brienza.

Arbitri: Caforio, Rudellat e Attard.

Note: fallo tecnico comminato a Smith al 19’. Uscito per 5 falli: Smith al 35’.

 

KLEB – PISTOIA, GIUSEPPE BONDI ARENA, FERRARA, IL 04/
01/2023. FOTO: TEODORINI GIAN LUCA

LA PRIMA DEL 2023 PORTA LA CORAZZATA PISTOIA

Dopo Udine, ecco Pistoia. Il 2023 della Tassi Group del coach Spiro Leka comincerà domani sera, quando alla Giuseppe Bondi Arena (ore 20.30) approderà la corazzata Giorgio Tesi Group Pistoia per una sfida complicata. I biancazzurri fino all’ultimo avranno il dubbio Alessandro Amici (caviglia malconcia), mentre i toscani saranno sicuramente privi di Angelo Del Chiaro (spalla sinistra lussata).

Dal giorno di Santo Stefano i biancazzurri hanno lavorato bene, recuperando qualche giocatore acciaccato e avendo un buon contributo dai più giovani, specie nell’amichevole contro l’Andrea Costa Imola che ha anticipato Capodanno. Domani sera servirà una prestazione gagliarda da parte dei biancazzurri, per avere la meglio di una squadra, quella toscana, che fa della compattezza di un gruppo che si conosce a menadito il proprio punto di forza: priva di Del Chiaro, la Giorgio Tesi Group punta forte sul duo Usa Copeland-Varnado, come del resto sul jolly Wheatle, capace di fare male a ogni difesa.

Dal canto proprio, il Kleb dovrà essere quello formato casalingo delle ultime gare, “fatto” di grande personalità, gioco brillante e voglia di sbucciarsi le ginocchia, a maggior ragione contro una squadra solida come quella pistoiese, che all’andata ebbe vita facile contro una Tassi Group ancora in fase di rodaggio. Ora la musica è cambiata e i biancazzurri sono pronti a vendere cara la pelle, grazie pure alla spinta dei propri tifosi, che come sempre dovranno essere il sesto uomo in campo.

Alla Giuseppe Bondi Arena, domani sera, palla a due alle ore 20.30. Diretta streaming su LNP Pass. Arbitreranno Caforio, Rudellat e Attard.

 

Le parole della vigilia:

 

Marco Carretto – “Per noi sarà una gara da dover bilanciare i momenti in cui possiamo lasciarci andare a momenti di corsa dopo buone difese, mantenendo il ritmo, avendo comunque grande pazienza, perché Pistoia punisce ogni singolo errore: bisognerà che non ci facciamo prendere dall’affanno offensivo, non perdendo il ritmo in attacco. Dovremo essere molto bravi in difesa. Sfideremo una corazzata di giocatori di altissimo livello, che giocano molto bene. I toscani in difesa sono impressionanti per come riescono a non concedere mai vantaggi agli avversari su tutte le situazioni. Ci sono gli esterni che hanno sempre delle distanze che non permettono di creare separazioni con i lunghi pure in situazioni di pick&roll e uscite. In più, giocano in attacco in maniera molto semplice e bene, anche perché hanno cambiato poco, aggiungendo Copeland e Varnado, giocatori che hanno un po’ più di licenza offensiva per poter creare, all’interno di un sistema molto preciso e ordinato”.

Maurizio Tassone – “Affronteremo una compagine davvero molto solida, che ha dato grande continuità di risultati nel girone di andata. Gruppo in cui la maggior parte dei giocatori gioca assieme dall’anno passato, di conseguenza hanno meccanismi di gioco ben rodati, che funzionano quasi alla perfezione, la posizione in classifica è la dimostrazione. Dal canto nostro, diventa fondamentale riposizionare il focus sui giusti binari, che hanno caratterizzato la prima parte del nostro torneo, diventerà fondamentale provare in qualche modo a limitare Copeland e Varnado, tenendo d’occhio il loro sistema di gioco, tutti vengono coinvolti e tutti toccano il pallone. L’obiettivo è provare a cominciare il 2023 nel miglior modo possibile, dal punto di vista dell’atteggiamento soprattutto, cosa fondamentale. Sappiamo che ci aspetterà una gara molto difficile, ma nello stesso tempo sappiamo che in casa nostra le gare difficili fino ad oggi ci hanno sorriso”.