Mantova alcuni episodi costano cari

MANTOVA. Ko per qualche episodio negativo. La Bondi esce battuta dalla Grana Padano Arena di Mantova negli ultimissimi istanti della gara: sotto 71-63 al 39’, dopo i liberi di Vencato, con Panni e Campbell da fuori il Kleb arriva fino a -3 (71-68). A -5” i padroni di casa sbagliano la rimessa, così i biancazzurri hanno la palla per vincere, coach Leka disegna per il tiro del pareggio di Campbell, il pallone finisce a Molinaro, che però sbaglia.

Prima frazione certamente non bellissima dal punto di vista offensivo, con molte palle perse e pochi canestri. Coach Leka manda Buffo in quintetto e non rischia Swann. I primi 10’ sono all’insegna dell’equilibrio, di Panni il canestro del primo mini allungo biancazzurro (9-14 al 7’), ma Raspino e Vencato non ci stanno e chiudono bene i primi 10’ dei virgiliani, bravi con la schiacciata di Visconti in avvio della seconda frazione a chiudere il controbreak di 8-0 in 4’. La Bondi con capitan Fantoni riprende a fare canestro, gli arbitri lasciano correre contatti fallosi abbastanza evidenti, ma il match comunque resta in equilibrio, nonostante Visconti, fra il migliore dei suoi, trovi con continuità la via del canestro: al 16’ è 25 pari. A questo punto la Pompea sale in cattedra, i biancazzurri manderanno a referto solamente 3 punti negli ultimi 4’ del secondo quarto, dall’altra parte del campo con Morse, Raspino e soprattutto Veideman i virgiliani sono scatenati e chiudono avanti 37-28 i primi 20’. Per i biancazzurri ben 14 palle perse.

Durante l’intervallo Swann si scalda, ma non entra, chi invece in gara c’è sono Campbell e Panni, così, anche grazie a una difesa migliore, il Kleb resta attaccato alla Pompea, prima con Ganeto e Liberati (44-42 al 28’), poi con la tripla del 46-45 di Panni. Il match si decide durante gli ultimi 10’, che vedono la bella partenza dei padroni di casa, con Maspero e Visconti protagonisti del 53-47, ma Fantoni, Molinaro e Campbell non ci stanno e riportano a -1 la Bondi: 58-57 al 37’. Ancora un finale palpitante, con la tripla di Morse e il libero di Raspino che paiono averla chiusa (64-59). Ma niente di più sbagliato. Fantoni c’è, Ghersetti e Vencato sono freddissimi (67-61), poi Ganeto, prima del 71-63 firmato Veideman e Vencato. Detto già del finale, i biancazzurri escono a testa alta, pagando dazio ai liberi e con le troppe palle perse. A Ferrara, domenica, arriverà Udine.

 

Pompea Mantova-Bondi Ferrara 71-68 (15-14, 37-28, 48-45)

Pompea Mantova: Guerra ne, Vencato 14, Veideman 18, Morse 9, Poggi 2, Metreveli, Raspino 11, Visconti 10, Albertini ne, Ghersetti 4, Maspero 3, Tosi ne. All.Finelli.

Bondi Ferrara: Conti ne, Swann ne, Fantoni 16, Ganeto 8, Molinaro 6, Mazzoleni, Buffo 2, Mazzotti ne, Panni 14, Calò 3, Campbell 17, Liberati 2. All.Leka.

Arbitri: Dori, Catani e Capozziello.

Note: uscito per 5 falli: Fantoni al 40’.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *