A Piacenza altro ko. Bonacina esonerato.

Altra battuta d’arresto per la Bondi che, dopo il ko a Piacenza e complice il successo contro Forlì di Jesi, è sola ultima in classifica. La sconfitta contro la Bakery ha indotto la società a esonerare coach Andrea Bonacina. Oggi sarà comunicato il nome del nuovo tecnico, che dirigerà già nel tardo pomeriggio il primo allenamento in vista della gara contro Montegranaro di mercoledì sera.

La cronaca. Avvio biancazzurro, con Swann, Campbell e Ganeto belli pimpanti (3-8 al 2’), il tutto prima che Voskuil e Pastore si scatenino al tiro da fuori, ben supportati dall’ex Castelli, autore del canestro che significa 14-8 Bakery al 5’ (break di 11-0). Swann c’è (18 pari all’8’), Calò manda avanti dalla lunetta i suoi, ma i biancorossi di casa chiudono avanti i primi 10’.

Gara non bellissima, anche grazie ad alcune fischiate arbitrali rivedibili. La Bondi è Swann (25-26 al 14’, 11 di Zeke), ma Perego e Castelli non ci stanno e soprattutto non perdonano. Il Kleb perde alcuni palloni malamente, Castelli bastona da fuori (38-29 al 18’), prima che Swann commetta il terzo fallo della propria gara. Il libero di Guerra caccia a -10 Ferrara (39-29 al 19’), che ha però uno scatto d’orgoglio del concitato finale, con Ganeto bravo ad insaccare la tripla del -5 sulla sirena (41-36).

C’è molto nervosismo in avvio della ripresa. Ganeto si becca fallo antisportivo, dopo di che ecco il tecnico a Crosariol, prima della doppia tripla dei caldissimi Pastore e Voskuil (47-41 al 24’). Anche in casa Bondi il nervosismo è alle stelle (fallo tecnico alla panca), al 27’ ecco il quarto fallo di capitan Fantoni, che è bravissimo a non perdere la testa e a riportare a -2 i suoi: 50-48 al 28’. Adesso è una guerra di nervi. Liberati insacca in faccia a Voskuil la tripla del 53-51, Campbell (finalmente importante) trova il goal del 53 pari a pochi secondi dalla penultima sirena. Si soffre, ma la Bondi c’è.

Dopo molto equilibrio, il match si spacca sostanzialmente negli ultimi 8’: al 32’, dopo il bel momento di Ganeto e la tripla dell’ex Liberati, Ferrara era avanti 58-59 e pareva avere l’inerzia dalla propria parte. E invece? Voskuil, Perego e alcuni errori di troppo dei biancazzurri hanno sancito l’ennesima battuta d’arresto dei biancazzurri in campionato. A questo break capitan Fantoni e compagni non sono riusciti a reagire. Le 18 palle perse e una difesa da sistemare sono risultate fra le cause del ko.

 

BAKERY PIACENZA-BONDI FERRARA 82-70 (22-19, 41-36, 56-53)

BAKERY PIACENZA: Castelli 16, El Agbani ne, Green 5, Perego 9, Cassar ne, Guerra 3, Crosariol 4, Pastore 18, Voskuil 27, Buffo. All.Di Carlo.

BONDI FERRARA: Conti ne, Swann 24, Petrolati ne, Fantoni 2, Ganeto 14, Molinaro 2, Mazzoleni, Barbon ne, Panni 8, Calò 1, Campbell 13, Liberati 6. All.Bonacina.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *